Vai a sottomenu e altri contenuti

Carta di identità - rilascio

Cosa è

È il documento attestante l'identità di un soggetto finalizzato all'identificazione personale, infatti essa rimane valida fino alla scadenza anche in caso di variazione di residenza o indirizzo, di stato civile e di professione (Circolare Ministero dell'Interno 31 dicembre 1992)

Utilizzo della carta d'identità

Se valida per l'espatrio consente la circolazione nei Paesi che hanno aderito all'accordo Schengen.
Paesi nei quali è consentito l'espatrio con la sola carta d'identità:
Austria, Belgio, Bosnia/Erzegovina, Bulgaria, Cipro, Croazia, Danimarca, Egitto*, Estonia, Finlandia, Francia, Germania, Gibilterra, Gran Bretagna, Grecia, Irlanda, Islanda, Lettonia, Liechtenstein, Lituania, Lussemburgo, Macedonia**, Malta, Marocco***, Montenegro, Norvegia, Olanda, Polonia, Portogallo, Principato di Monaco, Repubblica Ceca, Romania, Slovacchia, Slovenia, Spagna, Svezia, Svizzera, Tunisia***, Turchia***, Ungheria

* la carta deve essere accompagnata da una foto formato tessera.
** solo se la Carta d'identità è accompagnata da apposito tesserino rilasciato alla frontiera previo pagamento di una somma
equivalente a circa € 25 (informazioni in Questura)
***In Tunisia, Turchia e Marocco è possibile accedere con carta d'identità solo con viaggio organizzato

Per maggiori informazioni sui paesi ed i relativi documenti necessari per l'attraversamento delle frontiere è possibile consultare il sito della Polizia di Stato

La carta d'identità può sostituire la presentazione della certificazione, dei dati in essa contenuti, attraverso la presentazione di copia fotostatica del documento, anche non autenticata (art. 45 D.P.R. n. 445/2000).

Copia, anche non autenticata, della carta di identità può essere allegata ad istanza diretta alla pubblica amministrazione in sostituzione dell'autenticazione della firma (art. 38 C. 2, D.P.R. n. 445/2000).

Chi la può richiedere

I cittadini italiani, residenti o iscritti all'A.I.R.E..
L'articolo 10 del D.L. 13 maggio 2011, n. 70 di modifica all'articolo 3 del T.U.L.P.S., approvato con R.D. 18 giugno 1931, n. 773, ha soppresso il limite minimo di età per il rilascio della carta d'identità, prima fissato in anni quindici, per cui il documento può essere chiesto da tutte le persone aventi la residenza o la dimora nel Comune, con le seguenti validità temporali, diverse a secondo dall'età del richiedente:

  • Anni tre se è rilasciata ai minori di anni tre;
  • Anni cinque se rilasciata ai minori di età compresa fra i tre e i diciotto anni;
  • Anni dieci per i maggiori di età.

La carta d'identità deve riportare la firma del titolare che abbia già compiuto il dodicesimo anno di età, fatti salvi i casi di impossibilità a sottoscrivere.

Per i minorenni può essere rilasciata valida per l'espatrio solo se vi è l'assenso di entrambi i genitori o del tutore che, accompagnando il minore agli sportelli anagrafici, provvederanno a firmare la dichiarazione di assenza di cause ostative all'espatrio. Nel caso solo uno dei due genitori accompagni il minore agli sportelli, dovrà essere munito di assenso scritto, dell'altro genitore, al quale andrà allegata fotocopia della carta d'identità dello stesso; in caso di mancato assenso occorre il nulla osta del Giudice Tutelare (vedi anche più avanti: situazioni particolari)

Per il minore di anni quattordici l'uso della carta d'identità ai fini dell'espatrio nei Paesi consentiti, è subordinato alla condizione che il minore viaggi in compagnia di uno dei genitori o di chi ne fa le veci.
E' opportuno munirsi di un documento comprovante la titolarità della potestà sul minore, ad esempio un certificato di nascita riportante l'indicazione della paternità e maternità.

Possono ottenere la carta d'identità anche coloro che si trovano temporaneamente nel territorio comunale, per periodi determinati non superiori ad un anno (dimora temporanea), previo rilascio di nulla osta da parte del Comune di residenza; tale rilascio, di norma, non può avvenire per due volte consecutive.

I cittadini Stranieri possono ottenere, se in regola con il titolo di soggiorno, esclusivamente la carta d'identità non valida per l'espatrio, previa esibizione del titolo di soggiorno e del passaporto validi.
Per i cittadini Comunitari il rilascio della carta d'identità NON VALIDA PER L'ESPATRIO è subordinato alla sola iscrizione anagrafica, poiché, a seguito della direttiva Comunitaria 2004/38/CE e del D.Lgs. 30/2007, la regolarità del soggiorno del cittadino Comunitario coincide necessariamente con l'iscrizione anagrafica.

Documentazione

documento identità scaduto o altro documento utile all'identificazione del richiedente se non conosciuto personalmente 3 fotografie formato tessera identiche aventi le caratteristiche tecnico-qualitative conformi alle indicazioni ufficiali fornite dal Ministero dell'Interno con nota n. 400/A/2005/1501/P/23.13.27 del 5 dicembre 2005:

Qualità della fotografia

Le fotografie devono presentare le seguenti caratteristiche:

  • risalire a non più di sei mesi prima
  • avere una larghezza di 35-40 mm
  • riprodurre la testa e le spalle in modo che la faccia occupi il 70-80% della fotografia
  • essere a fuoco e nitide
  • essere di alta qualità senza segni di inchiostro o piegature.

Le fotografie devono:

  • mostrare la persona che guarda direttamente l'obiettivo
  • mostrare il colore della carnagione in modo naturale
  • possedere sufficiente luminosità e contrasto
  • essere stampate su carta di alta qualità e ad alta definizione.

Le fotografie stampate con fotocamera digitale devono avere un colore di alta qualità ed essere
stampate su carta ad alta resa fotografica.

Stile e illuminazione

Le fotografie devono:

  • avere un colore neutro
  • mostrare gli occhi della persona aperti e chiaramente visibili - senza capelli che li coprano
  • mostrare la persona faccia a faccia con l'obiettivo, che non guarda al di sopra della spalla (stile ritratto) o con il capo inclinato, e che mostra ben visibili entrambi i lati del viso in modo chiaro
  • essere scattate su uno sfondo disadorno di colore chiaro
  • essere scattate con un'illuminazione uniforme e non presentare ombre o riflessi del flash sulla faccia o occhi rossi.

Occhiali e copricapo

Se portate gli occhiali:

  • la fotografia deve mostrare gli occhi in modo chiaro e senza riflesso del flash sulle lenti, senza lenti ombreggiate (se possibile, evitare le montature pesanti - indossate occhiali dalla montatura più leggera, se li possedete)
  • assicuratevi che la montatura non copra alcuna parte degli occhi.

Copricapo:

  • non è consentito alcun copricapo se non per motivi religiosi, ma deve mostrare chiaramente i tratti del viso dalla punta del mento alla sommità della fronte e si devono poter vedere chiaramente entrambi i lati del volto.

Espressione ed inquadratura

La fotografia deve:

  • mostrarvi da soli (senza schienali di sedie, giocattoli o altre persone visibili), mentre guardate l'obiettivo con un'espressione neutra e la bocca chiusa.

Situazioni particolari

SMARRIMENTO O SOTTRAZIONE DELLA CARTA: è necessario presentarsi con un documento di riconoscimento valido e con una copia della denuncia presentata all`autorità di pubblica sicurezza (Carabinieri o Polizia) .(Circolare M.I. 30/06/2003, n. 16)

DISTRUZIONE O DETERIORAMENTO: il richiedente dovrà sottoscrivere una dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà attestante l'avvenuta distruzione del documento, ovvero consegnare il documento deteriorato.

PERSONE CON PROBLEMI DI DEAMBULAZIONE: possono richiedere il rilascio o il rinnovo della carta d'identità per il cui rilascio è necessario che un impiegato addetto del Comune si rechi presso il proprio domicilio, per raccogliere la sottoscrizione del modello e delle dichiarazioni.

MINORI, INTERDETTI, INABILITATI, EMANCIPATI O SOTTOPOSTI AD AMMINISTRAZIONE DI SOSTEGNO: La firma del documento è apposta dall'interessato, se ha compiuto 12 anni ed è grado di sottoscrivere, altrimenti viene apposta apposita dicitura indicante le motivazione alla mancata sottoscrizione ( non sa o non può firmare), mentre la dichiarazione di non trovarsi in alcuna delle condizioni ostative al rilascio della carta d'identità valida per l'espatrio prevista dall'articolo 3 della Legge 21/11/1967, n.
1185 e ss.mm., è resa a seconda dei casi dai genitori, dal tutore, dal curatore o dall'amministratore, in questo ultimo caso solo se espressamente indicato nel provvedimento di nomina. In caso di minore riconosciuto da un solo genitore o orfano di un solo genitore, la dichiarazione è resa solo dall'unico genitore esistente; nel caso di minore riconosciuto da entrambi i genitori, la dichiarazione è resa dal o dai genitori conviventi con il minore, se non convivente con nessuno dei genitori, dal genitore che per primo ha effettuato il riconoscimento. Nel caso di figlio minore di genitori separati o divorziati, la dichiarazione è resa da entrambi i genitori salva diversa disposizione del Giudice tutelare. (Legge n. 151/1975 riforma diritto di famiglia) ISCRITTI A.I.R.E. (anagrafe italiani residenti dell'estero): dal 01/06/2007 gli iscritti Aire possono richiedere la Carta di Identità o la proroga anche all'Autorità Consolare Italiana competente per territorio, previa richiesta di nulla osta al Comune di iscrizione.

Attenzione
  • le variazioni di residenza non comportano il rinnovo del documento di identità;
  • lo stato civile viene indicato sul documento solo se richiesto dall'interessato;
  • i genitori con figli minori, anche se in condizione di separazione legale o divorzio, per poter ottenere la carta d'identità valida per l'espatrio devono dichiarare, sotto la propria responsabilità, di avere l'assenso dell'altro genitore;

Scadenza

dal 27 giugno 2008 la carta d'identità vale 10 anni, anziché 5, come previsto dal decreto Legge 112 del 25 giugno 2008 (art. 31).

Ai sensi dell'art. 7 della Legge 4 aprile 2012, n. 35, le carta di identità rilasciate o rinnovate dal 10 febbraio 2012 scadono nel giorno del compleanno del titolare successivo al termine riportato sopra (ad esempio se è stata rilasciata una carta di identità il 10 febbraio 2012 ad una persona maggiorenne nata il 4 gennaio 2012, il documento scadrà il 4 gennaio 2023, primo compleanno successivo al termine di 10 anni previsto dalla legge).

Se il documento è in scadenza si può richiederne il rinnovo sei mesi prima della data di scadenza stessa

Proroga

le carte di identità` rilasciate dal 26.6.2003 al 25.6.2008 sono prorogate nella validità per ulteriori 5 anni; a tal fine l'interessato o persona dalla stesso delegata, dovrà presentare la carta presso lo sportello per l'apposizione del relativo timbro.

N.B. Con il rinnovo della scadenza di cinque anni si sono verificati casi di inutilizzabilità per l'espatrio, per cui con Circolare n. 23 del 28/07/2010 il Ministero degli Interni ha previsto la possibilità di sostituire la carta d'identità da prorogare o già prorogata, seppur valida, con una nuova carta d'identità la cui validità decennale decorrerà dalla data del rilascio. Ulteriori informazioni, anche con lista dei paesi che non hanno accettato la carta d'identità prorogata, possono essere consultate sul sito del Ministero degli Esteri.

Requisiti

-

Costi

€ 5,42 per primo rilascio o rilascio a seguito di scadenza del precedente documento € 10,58 in caso di emissione di un nuovo documento prima della scadenza di quello rilasciato in precedenza (furto, smarrimento, deterioramento ecc.)

Normativa

  • Regio decreto n. 773 del 1931;
  • Regio decreto n. 635 del 1940;
  • D.P.R. n. 649/74;
  • D.P.R. 445/2000.
  • D.P.R. n. 54/2002;
  • Legge n. 112/2008;
  • Articolo 10 del Decreto Legge 13 maggio 2011, n. 70;
  • Art. 7 della Legge 4 aprile 2012, n. 35

Incaricato

Pierangela Mameli

Tempi complessivi

in tempo reale. Per i dimoranti almeno 5 giorni (tempi correlati alla richiesta del nulla osta al comune di residenza)