Vai a sottomenu e altri contenuti

Assistenza Domiciliare

Il servizio di assistenza domiciliare rappresenta un complesso di interventi e prestazioni di carattere socio - assistenziale, anche temporanei, erogati presso l'abitazione dell'utente, ed è orientato soprattutto al soddisfacimento dei bisogni primari di persone anziane e disabili.
Il servizio di Assistenza Domiciliare a decorrere dal 1° ottobre 2014 viene gestito in forma associata con il Plus di Ghilarza, che ha adottato quale modalità di gestione quella dell'accreditamento del servizio. A tal fine, sono state accreditate dall'Ufficio Plus del Comune di Ghilarza i Consorzi o le Cooperative Sociali aventi fatto richiesta ed in possesso dei requisiti. Ciascun beneficiario del servizio può, pertanto, scegliere per lo svolgimento del servizio, la cooperativa che meglio risponde alle proprie esigenze ed ottiene dal Comune di residenza un ''voucher'' o buono servizio, che gli consente di usufruire dell'assistenza domiciliare, secondo quanto previsto dal Regolamento.
Tale regolamento prevede anche le quote di contribuzione al costo del servizio di assistenza domiciliare a carico dei beneficiari, individuate sulla base dell'ISEE del nucleo familiare.
La finalità del servizio è quella di prevenire e rimuovere le situazioni di bisogno e di disagio, favorire l'integrazione familiare e sociale, supportare l'utente in relazione alle difficoltà insite nella sua condizione e evitare l'allontanamento dal proprio ambiente di vita con la sua conseguente istituzionalizzazione, secondo quanto previsto anche dai principi e dalle norme contenute nella Legge Regionale n° 23/2005 e nella Legge 328/2000.
Nello specifico, il servizio si pone i seguenti obiettivi:
- Garantire il soddisfacimento delle esigenze personali e domestiche (cura, igiene della persona e governo della casa per persone totalmente o parzialmente non autosufficienti);
- Contribuire insieme alle altre risorse del territorio ad elevare la qualità di vita delle persone e ad evitare il fenomeno dell'isolamento;
- Evitare l'istituzionalizzazione o l'ospedalizzazione delle persone anziane o diversamente abili, garantendo la permanenza nel proprio ambito di vita;
- Promuovere le responsabilità familiari senza peraltro sostituirsi ad esse;
- Incentivare l'autonomia delle famiglie a rischio di emarginazione e/o in situazioni di difficoltà;
- Recuperare e promuovere le relazioni sociali.
Per poter usufruire del servizio di assistenza domiciliare è necessario presentare la richiesta all'ufficio di servizio sociale del comune. L'assistente sociale successivamente effettuerà una visita domiciliare, al fine di comprendere meglio le necessità della persona beneficiaria e successivamente concorderà con la stessa le prestazioni da svolgere, gli accessi e gli orari, ecc., predisporrà il P.A.I. (Piano Assistenziali Individuale), da trasmettere alla cooperativa scelta per l'erogazione del servizio e fornirà al richiedente il Buono servizio.

Requisiti

Sono destinatari del servizio le persone anziane e/o disabili in condizioni di disagio e/o difficoltà.

Costi

L’erogazione del servizio prevede una contribuzione da parte del beneficiario, che viene calcolata sulla base del reddito ISEE, secondo i parametri previsti dal Regolamento approvato e consultabile nel Sito Istituzionale sezione Regolamenti.

Normativa

Legge 328/2000 e Legge Regionale n. 23/2005

Piano Locale Unitario dei Servizi in gestione non associata (PLUS) del Comune di Sedilo

Documenti da presentare

Attestazione ISEE in corso di validità

Incaricato

Gallittu Mariantonietta - Desogus Giuseppe

Tempi complessivi

10 giorni
torna all'inizio del contenuto
torna all'inizio del contenuto