Vai a sottomenu e altri contenuti

Canone Unico Patrimoniale: Occupazione spazi, aree pubbliche e canone mercatale

Chiunque intenda occupare aree appartenenti al demanio o al patrimonio indisponibile del Comune, spazi soprastanti o sottostanti il suolo pubblico (ad esclusione delle occupazioni soprastanti realizzate con balconi, verande e simili infissi di carattere stabile), anche temporaneamente, deve farne apposita domanda sui moduli messi a diposizione dal Comune.

Soggetto passivo

È tenuto al pagamento del canone il titolare dell'autorizzazione o della concessione o in mancanza di questa chi ha di fatto occupato gli spazi o le aree.

Modalità di applicazione del canone

Il canone è commisurato all'occupazione espressa in metri quadrati o metri lineari, con arrotondamento delle frazioni al metro quadrato o lineare superiore.

Per le occupazioni soprastanti il suolo pubblico la superficie assoggettabile al canone è quella risultante dal calcolo dell'area della figura geometrica piana che le contiene.

Ai fini della commisurazione dell'occupazione, si considerano anche gli spazi o tratti intermedi che, sebbene materialmente non occupati, servono all'uso diretto dell'area occupata, e comunque non possono essere concessi contemporaneamente ad altri per effetto dell'area concessa.

Per i passi carrabili la superficie si determina moltiplicando la larghezza del passo, misurata sulla fronte dell'edificio o del terreno al quale si dà l'accesso, per la profondità di un metro lineare convenzionale.

Domanda

La domanda dev'essere presentata:

a) 30 giorni prima nel caso che le richieste siano per autorizzazione permanente o in convenzione;

b) 7 giorni prima nel caso che le richieste siano per autorizzazione temporanea.

Il soggetto passivo è tenuto a dichiarare le caratteristiche, la durata, la dimensione e l'ubicazione dell'occupazione richiesta. In caso di variazione che comporti la modificazione della superficie occupata o del tipo di occupazione, deve essere presentata nuova domanda.

Pagamento

Il versamento del canone è effettuato contestualmente al rilascio della concessione o dell'autorizzazione, direttamente al Comune, secondo le disposizioni di cui all'articolo 2-bis del D.L. 193/2016, convertito, con modificazioni, dalla Legge 225/2016, come modificato dal comma 786 dell'articolo 1 della Legge 160/2019.

Qualora l'importo del canone sia superiore a 500,00 euro, previa espressa comunicazione, può essere corrisposto in tre rate aventi scadenza il:

a) 31 marzo

b) 30 giugno

c) 30 settembre.

Normativa di riferimento

  • Legge 160/2019
  • Regolamento Comunale approvato con deliberazione del C. C. n. 6 del 13.02.2021

Documenti allegati

Documenti allegati
Titolo  Formato Peso
modulo domanda occupazione di spazi – aree – passi carrabili - mercato Formato pdf 228 kb
regolamento Formato pdf 396 kb
tariffe 2021 occupazione del suolo pubblico Formato pdf 587 kb
tariffe canone mercatale Formato pdf 579 kb
torna all'inizio del contenuto
torna all'inizio del contenuto