Vai a sottomenu e altri contenuti

Sardegna, orgoglio e onore a cavallo

Una troupe tutta femminile ha seguito l'Ardia 2010 a Sedilo, con un lavoro sul campo durato quasi un mese.


Nel documentario di Arte si racconta l'ultima Ardia, con le vicende dei cavalieri, ritratti anche nello svolgimento della loro vita quotidiana, familiare e lavorativa. L'obiettivo punta su Giovanni Mula, prima bandiera, e Costanzo Salaris, terza bandiera, un allevatore di Sedilo. Vi sono poi tutti gli altri cavalieri, che sfilano per le strade del paese, che provano il percorso dell'Ardia, che di sera discutono animatamente sull'opportunità di partecipare all'Ardia. Emerge la figura della giovane unica cavaliera, Giulia, studentessa di veterinaria.

Il documentario segue anche il pellegrinaggio dei devoti di Bono, che a piedi percorrono i sentieri di campagna fino al santuario di San Costantino Imperatore.

(tratto da ''La Nuova Sardegna'' di en.g.)

torna all'inizio del contenuto
torna all'inizio del contenuto